Area Riservata Corso Base

Video 5: Nuove Abitudini Alimentari

3 Commenti

  1. Riccardo Gioppato

    bungiorno , ho trovato interessante i consigli alimentari che avete dato, pero’ vorrei dire che al giorno d’oggi e’ abbastanza difficile acquistare frutta e verdura di una certa qualita’. E poi non e’ che mangiando troppa frutta si assumono troppi zuccheri’ ?
    La dottrina biologica-evoluzionistica prevalente dice che noi siamo diventati homo sapiens con la scoperta del fuoco e la seguente cottura degli alimenti e cibandoci di carne a differenza delle creature precedenti e quindi anche delle scimmie che si nutrivono prevalentemente solo di frutta e verdura. voi cosa ne pensate?

    Rispondi
    • Marco Benedettini

      Ciao Riccardo, sì è sempre più difficile trovare frutta e verdura di qualità, ma si trova. Anche se vivi in città puoi acquistare nei mercati, contattare dei produttori locali, gruppi di acquisto solidali (gas)… Basta ingegnarsi un po’, se c’è la volontà la strada la trovi.

      Se invece vuoi fare la spesa solo al supermercato è importante capire che anche se frutta e verdura non sono di alta qualità è sempre molto meglio che evitare di mangiarla. Anche considerando che se non la mangi mangerai sicuramente altro che non è affatto esente dal decadimento della qualità e dall’inquinamento, anzi.

      Riguardo ai troppi zuccheri l’idea errata diffusa è che gli zuccheri semplici contenuti nella frutta vadano limitati allo stesso modo in cui va limitato lo zucchero bianco.

      Prima di tutto, la maggior parte dei disturbi che le persone associano al consumo di zucchero è causata o peggiorata da una dieta ad alto contenuto di grassi, che come spiego sono da limitare (non eliminare).

      Inoltre gli zuccheri della frutta NON sono come lo zucchero bianco o il fruttosio raffinato perché sono uniti alle fibre. Non solo, ma la frutta fresca contiene molti tipi di zuccheri (fruttosio, saccarosio, ecc.) e due tipi di fibre (solubili e insolubili).

      Questa combinazione è il motivo per cui gli zuccheri della frutta vengono assimilati lentamente e non causano “un’ondata di zuccheri al cervello”. Oltre alle fibre, la frutta contiene molti micronutrienti – vitamine e minerali – ma anche fitosostanze (sostanze vegetali che possono contrastare le malattie).

      Infine, la dottrina che citi è una teoria e anche molto discutibile. Ho letto anch’io il libro di Yuval Noah Harari ed è molto interessante, ma è pur sempre una teoria.

      Personalmente penso che finché rimaniamo nelle teorie siamo sul piano mentale e quindi disconnessi dal nostro corpo e dai suoi reali bisogni.

      Infine come spiego nel corso, non sono a favore di una dieta al 100% crudista, non ce n’è bisogno. Riconosco però l’efficacia di un periodo a solo crudo che può durare anche diverse settimane, a scopo depurativo e curativo.

      Spero di averti risposto, grazie per la tua domanda.

      Rispondi
      • Riccardo Gioppato

        Va bene seguiro’ i tuoi consigli.
        Grazie

        Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguimi anche su Facebook e su Telegram per leggere i nuovi articoli.